One 4 - we take care
Carrello

Brand Strategy: Il segreto del successo

brand-strategy-il-segreto-del-successo

La strategia delle imprese per puntare sul brand

Presto avremo il corso fondamenti di marketing in programma per il 27 settembre, e in attesa di questo appuntamento, Federico Viganòresponsabile marketing di ONE4, ci racconta quali azioni bisogna mettere in campo per ottenere successo con una strategia marketing ben studiata.

In questo articolo non troverete la ricetta segreta per la vostra azienda ma una serie di buone prassi che se applicate potranno dare risultati oltre le vostre aspettative.

Secondo Federico la chiave di tutto è avere un brand forte e con un’identità ben delineata.

A cosa serve ciò?

Parola a Federico:

In ultima analisi, a vendere di più e meglio.

Il primo fattore da tenere in considerazione è il tempo. Un brand non si crea in 6 mesi, e nemmeno in un anno. Si possono porre le basi, ma l’evoluzione di un marchio e il suo sfondamento sul mercato richiedono anni di lavoro, di coerenza e di investimenti.

Per cui armatevi di pazienza, non avrete un brand pronto da usare per ieri.

Ecco quindi alcune semplici azioni che possono essere utilizzate per pianificare una Brand Strategy efficace:

1. Creare un brand forte

Il lavoro di un imprenditore (o di un brand manager) è quello di essere sempre sul pezzo, sempre avanti rispetto agli altri e muoversi di anticipo tenendo d’occhio: eventi esterni, film in uscita, fiere, lancio di prodotti di largo consumo e quant’altro possa essere utile per dar visibilità al brand e individuare azioni di marketing da pianificare.

Le azioni di marketing possono passare attraverso la pubblicità tradizionale (ma qui dovete avere le spalle ed il portafoglio molto ben coperto) o attraverso azioni collaterali di viral marketing  che sono meno onerose e più “unconventional”.

Prima di esultare perché ho scritto “meno onerose” riflettete se il brand della vostra azienda è facilmente abbinabile ad azioni non convenzionali. 🙂

La forza di un brand si misura anche in base a quanto riesce a coinvolgere i suoi fan, ammiratori e clienti. Ogni tanto, organizzatelo un evento per i clienti o almeno offritegli una pizza.

Sto banalizzando, ma le azioni di fidelizzazione sono le più importanti per creare una base di “promotori”, i Brand Ambassador, dei vostri valori.

2. Generare richieste con offerte limitate

Ci basiamo su un concetto molto semplice e diffuso, la percezione di scarsità. Tanto per fare un esempio che ognuno di noi ha vissuto: Sei su Booking, stai guardando una camera ad un prezzo interessante in un hotel carino ed accogliente. Il sistema ti dice, giustamente, che ha solo 2 camere di quel tipo. (tradotto: se ti interessa, comprala). Dopo qualche secondo ti dice anche, altri 4 stanno guardando questa stessa camera. (tradotto: muoviti!)

Il concetto è chiaro, rendi il tuo prodotto o servizio non fruibile a tutti e fa capire chiaramente che non sarà disponibile per sempre. Nella moda esistono le edizioni limiate, negli orologi o nelle auto ci sono le serie numerate. Sono tutte strategie per rendere unici i prodotti che si promuovono e renderli più appetibili sul mercato.

3. Organizzare Co-marketing

Trova soluzioni alternative per abbinare il tuo prodotto e il tuo marchio ad altri. Questo ti permetterà di aprire nuovi canali di vendita e sviluppare ulteriore visibilità. Affiancarsi ad un brand più affermato può essere una scelta vincente, come affiancarsi ad uno emergente. Oppure in settori diversi dal tuo, insomma, distinguiti dalla massa e crea qualcosa di unico. Pensa ad esempio alla Fiat 500 Riva o alle edizioni della lancia Ypsilon create in collaborazione con aziende di moda. Attenzione però a legarsi con brand di cui si condividono i valori, altrimenti si rischia di far passare per vostri valori che non lo sono e che potrebbero danneggiarvi.

4. Conoscere il pubblico

Lo so sono noioso su questo punto ma qui i social aiutano. I social sono il modo più diretto per un Brand di colloquiare con i propri clienti, fan e potenziali clienti. Tanti li odiano, non li tollerano, molti non li usano e spesso non li capiscono nemmeno. Ma come mi è capitato di scrivere in molti altri articoli, nessuna azienda può permettersi di non interagire con i propri fan sui social, se vuole crearsi uno zoccolo duro di Brand Ambassador.

Se non vi piacciono i social, fateveli piacere, magari nemmeno la contabilità dell’azienda vi piace molto, ma la fate…o avete qualcuno che la fa per voi.

Ecco lo stesso vale per i social, ed il marketing.

In conclusione, lavorare giorno per giorno per mettere in pratica queste regole della Brand Strategy, vi aiuterà a creare un Brand forte e riconoscibile e con il tempo saranno i clienti a venirvi a cercare, associando i vostri prodotti o servizi, la vostra azienda, alla soluzione dei vostri problemi.

Tutto questo non ha senso, però, se non si segue quello che da sempre è la regola più importante, ovvero condividere le strategie, le visioni e gli strumenti con altri imprenditori, partecipare a convegni e conferenze per non perdere di vista il mercato e chiuderti nella tua personale visione ma restare aperto verso l’esterno. Oggi è fondamentale, non esistono più informazioni che detieni soltanto tu, se hai una buona idea di marketing, anche se non la condividi, qualcuno la copierà (e migliorerà) velocemente.

Per saperne di più sul nostro corso fondamenti di marketing compila il form sottostante:







 

Post Correlati