One 4 - we take care
Carrello

Flavio Cabrini parla di economia delle relazioni

flavio-cabrini-parla-di-economia-delle-relazioni

ONE4 ha partecipato alla prima  OIERRE al museo della scienza e della tecnologia di Milano

Lo scorso 20 Novembre, nella splendida cornice del museo della scienza e della tecnologia “Leonardo da Vinci”, il nostro Flavio Cabrini ha partecipato come relatore alla prima convention nazionale del consorzio OIERRE, Officine Informatiche Riunite: un gruppo integrato e affiatato di oltre 20 aziende in grado di fornire risposte pronte ed efficaci alle esigenze di imprese e professionisti, gestendo in maniera semplice, integrata ed efficace tutte le necessità dell’Information Technology (ICT) e trovando tutte le soluzioni per migliorare e semplificare il lavoro.

Tema della convention era l’incontro tra idee e persone, sviscerato partendo dalla consapevolezza che conoscere, innovare e competere è una sfida che coinvolge tutti continuamente, ma per vincere non è più sufficiente correre da soli perché mercati ed economia evolvono sempre di più in un complesso sistema di interazioni e ogni imprenditore ha il dovere di riflettere sulle opportunità  e sulle implicazioni che derivano dal trasformare la propria “strategia commerciale” in un “sistema di relazioni”.

L’intervento di Flavio Cabrini ha ruotato intorno al concetto dell’economia delle relazioni focalizzandosi sull’assunto che oggi i mercati sono conversazioni.

Partendo dal nuovo paradigma economico che recita oggi la partita si gioca soprattutto sulle capacità delle aziende di conservare e acquisire clienti, Flavio si è concentrato sull’importanza di creare in azienda attività di Customer Relationship Management e sull’assunto che capire le persone è la base del successo di un business.

Oggi il 66% dei clienti viene perso per mancanza di comunicazione da parte dell’azienda fornitore e il 66% dei commerciali se pensa a sviluppare nuovo si concentra sull’acquisizione di nuovi clienti non sulla fidelizzazione di quelli esistenti.

Ma non tutti i venditori sono uguali, oltre agli sviluppatori ci sono i fidelizzatori.

I primi, veloci e abituati a lavorare per obiettivi, sono propensi allo sviluppo di nuovo business, i secondi, più orientati alle persone e focalizzati su orizzonti temporali lunghi, sono perfetti per creare progetti di fidelizzazione clienti.

Per riconoscere i vari stili di venditore viene in aiuto il nostro Talent Discovery.

Se desideri trasformare la tua azienda in un’azienda relazionale, non esitare a contattarci!








Post Correlati