One 4 - we take care
Carrello

Le validazioni scientifiche alla base del Talent DISCovery

Il Talent DISCovery di ONE4 utilizza la tecnologia dell’Extend Disc Assessment che si basa su teorie sul comportamento umano, riconosciute in varie parti del mondo. Non si tratta solo di teorie psicologiche, ma anche di strumenti di management che hanno come obiettivo migliorare l’efficienza aziendale.

Sono teorie di Carl G. Jung, in seguito sviluppate da William Moulton-Marston che definì la mappa delle quattro dimensioni caratteriali e poi ulteriormente approfondite.

L’Extended Disc Assessment è parte integrante della quotidianità di migliaia di aziende nel mondo, poiché è in grado di fornire al management importanti informazioni sul proprio team e sui candidati che stanno selezionando, informazioni che, senza il suo utilizzo, sono molto dispendiose da ottenere, in termini di tempo e risorse economiche.

Sviluppato tra il 1991 e il 1994 e lanciato nel 1998, è oggi considerato uno dei migliori prodotti web per compilare e gestire l’intero processo di Assessment.

Paragonato agli altri strumenti basati sulla Teoria DISC, l’Extended Disc Assessment è in grado di scavare più in profondità nella personalità della persona analizzata, misurando anche il comportamento naturale, più inconscio, stabile e istintivo di quello che analizzano i Disc tradizionali.

Per analizzare e dimostrare la validità dello strumento, la Extended Disc Assessment International Ltd realizza regolarmente degli studi di validazione.

L’ultimo nel 2013, confrontando i dati raccolti da un campione di 144.703 soggetti con dati di studi precedenti e con il metodo teorico su cui si basa l’Extended Disc Assessment.

Il campione analizzato è stato raccolto durante situazioni reali di training e consulenza e durante sessioni speciali di raccolta dati ed è rappresentativo di tutti i gruppi di età, genere, razza, organizzazione aziendale e livello lavorativo che utilizzano lo strumento

La prima validazione dello studio è stata redatta dall’Università finlandese di Oulu.

Lo studio risponde a due domande: “Quanto è affidabile?”; “Quanto è attendibile?”.

La prima domanda si riferisce all’affidabilità dell’Extended Disc Assessment, ossia alla capacità di ridurre il margine di errore durante l’Assessment rispetto ad altri strumenti.

Viene analizzata confrontando l’Extended Disc Assessement con atri test che usano la mappa delle 4 dimensioni caratteriali.

La seconda domanda si riferisce alla validità dello strumento, ossia alla correttezza dell’associazione tra l’indicatore e il concetto che si intende misurare.

I risultati dello studio dimostrano che l’Extended Disc Assessment ha alti livelli di affidabilità e validità.

Per ulteriori approfondimenti si invita a scaricare il pdf del Report redatto dalla Extended Disc Assessment Ltd., in lingua inglese.








Post Correlati