One 4 - we take care
Carrello

Quali domande fare in un colloquio di selezione

Come condurre un colloquio di selezione efficace e trovare il candidato giusto?

 

La buona riuscita di una selezione dipende all’80% dalle tecniche adottate, dal rispetto delle procedure che vanno seguite e dall’utilizzo delle pratiche più collaudate e corrette. Solo il 20% del processo è legato alla sensibilità e alle abilità relazionali del reclutatore. Questo vale anche per gli addetti ai lavori più scafati: gli elementi oggettivi contano quattro volte di più del cosiddetto “fiuto”. Ciò che fa davvero la differenza, insomma, è l’applicazione più fedele possibile della metodologia standard e soltanto successivamente entrano in gioco le valutazioni personali, l’intuito e l’esperienza. Non sono ammesse deroghe neppure se ad essere preso in esame è un candidato ampiamente conosciuto. Benché possa trattarsi di un amico o di una persona consigliata da qualcuno verso il quale si nutre la massima fiducia, la candidatura dovrebbe comunque essere vagliata alla luce di un preciso iter (analisi cv, test attitudinale, colloquio e approfondimenti), senza saltare passaggi. Non dovrebbero esistere scorciatoie o percorsi d’ingresso alternativi.”

Queste righe sono tratte da un post di Federica Broccoli scritto per il Giornale dell PMI, leggi qui l’intero articolo

 

Per maggiori informazioni su come condurre un colloquio di selezione compila il modulo sottostante:








Post Correlati