One 4 - we take care
Carrello

Quali sono le differenze tra manager e leader?

All’interno dell’attività quotidiana esiste, o almeno dovrebbe, una tendenza al miglioramento continuo. Tale processo dovrebbe portarci costantemente nuovi valori da spendere a favore del nostro lavoro e del nostro personale. Come capire però se si è fatto il salto di qualità da manager a leader?

Non è una domanda con risposta facile ma è possibile tentare di attribuire quali sono le attività che normalmente svolge un leader, per capire se ci stiamo comportando come tali o se il nostro modo di agire è più vicino ad un manager.

Creare valore

Un manager, solitamente, gestisce il valore e le capacità del personale di sua responsabilità. Alcuni manager, si trovano a sottrarre efficacia all’azione dei propri dipendenti distraendoli dai propri compiti. Se un operaio addetto al taglio dei diamanti viene interrotto ogni 15 minuti per redarre report sulla qualità del taglio, quante pietre potrà arrivare a tagliare in una giornata di lavoro? Con questo metodo il manager sta sottraendo valore a chi in realtà, potrebbe aggiungerne.

Al contrario un leader è concentrato sulla creazione di valore, stimolando la collaborazione reciproca tra collaboratori a tutti i livelli operativi della sua struttura. Più si renderà capace di generare valore, di conseguenza i suoi collaboratori ne genereranno a loro volta. L’esempio e l’ispirazione degli altri sono il segno che distingue la leadership basata sulle azioni.

Creare influenza

Saper influenzare i collaboratori al fine di ispirarli a seguire e credere nel vostro progetto è caratteristica imprescindibile di un leader.
Basta pensare che un manager ha dei subordinati con cui confrontarsi mentre un leader ha dei “sostenitori”. Ciò è dato da due modalità differenti di gestione dell’ ambiente lavorativo, quello dei manager è basato su “circoli di potere” mentre quello dei leader è basato su “circoli d’influenza”

Se siete o leader o manager lo potrete capire da voi pensando a quante persone del vostro personale fanno riferimento a voi per gerarchia e quante invece per un confronto od un consiglio. Più saranno per la seconda motivazione e più significa che siete percepiti come leader.

Guidare il personale

Il management è, sinteticamente, il controllo di un gruppo di lavoro per il raggiungimento di un obiettivo definito. La leadership si riferisce ad abilità dei singoli inerenti la motivazione, l’ispirazione e l’influenza del personale, che mettono gli altri in condizione di contribuire al successo dell’organizzazione del lavoro.

Penaste ai leader carismatici che nella storia hanno saputo influenzare milioni di persone semplicemente ponendosi come esempio, come guida. La visione di Gandhi, per un India indipendente, è stata condivisa da tutti diventando un sogno comune. Ciò grazie alla sua capacità di ispirare e di insegnare alle persone come trasformare le sfide in opportunità.

Leggendo questo breve articolo vi siete fatti un’idea se agite più da manager o da leader? Confrontatevi con i vostri colleghi, con il vostro gruppo e verificate come viene percepita la vostra azione.
Noi siamo convinti che saper essere d’esempio ed ispirazione possa portare benefici enormi all’interno delle organizzazioni aziendali.

Per informazioni sulla leadership ed approfondimenti sul tema compila il modulo sottostante:








Post Correlati