One 4 - we take care
Carrello

Con le crocchette alla conquista dell’Europa

Solo nel 2013 Eurocereali Pesenti è entrata nel mercato petfood, oggi con il brand Aldog è già diventata un player internazionale

La cosiddetta Lombardia Orientale ha un’estensione di oltre 11 mila chilometri quadrati e ingloba i territori di quattro province: Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova. Ci vivono più di 3 milioni di persone. Il dato che però qualcuno troverà sorprendente è che ci stanno anche circa un milione 300 mila capi di bovini, più o meno un quarto del totale nazionale, la cui alimentazione è soprattutto a base di cereali. Da quelle parti la famiglia Pesenti perciò la conoscono bene: fin dagli anni ’60 era attiva nella lavorazione di terreni agricoli e nell’essicazione e stoccaggio dei cereali, poi si è specializzata nella loro lavorazione per il settore zootecnico costituendo nel 1991 a Covo, un paesino in provincia di Bergamo, la Eurocereali Pesenti srl.

Nulla è per sempre. Le aziende sono organismi viventi e gli economisti avvertono che, come tali, una volta raggiunta la maturità prima o poi interviene il declino, a meno che non le si rilanci con idee che consentano di agganciare una nuova fase di sviluppo. L’idea di Giorgio Pesenti, attuale amministratore di Eurocereali, è stata piuttosto radicale: abbracciare un nuovo modello di business passando dal settore zootecnico al settore petfood, quello degli alimenti per gli animali d’affezione. Le riconversioni sono naturalmente complicate e Pesenti ci contattò per avere il supporto di ONE4.

Davide Pezzoni, il nostro manager d’area, si mise subito al lavoro. Prima le ricerche di mercato e quindi i primi abbozzi di un business plan: tipologia di prodotti, posizionamento, canali di distribuzione e così via. Venne coinvolta anche la nostra area marketing per la creazione di un brand che rappresentasse gli elementi di differenziazione alla base del progetto e la vision imprenditoriale originariamente dichiarata: “Portare in ogni casa la crocchetta giusta che soddisfi ogni tipologia di cane”. In Italia si stima che siano 7 milioni i cani domestici, ma in fatto di crocchette si trattava di competere con autentici colossi internazionali. Si stima poi che siano 7 milioni e mezzo i gatti domestici e Eurocereali Pesenti oggi dispone di una linea di prodotti pure per i felini.

Nel 2013 il passo decisivo. Dopo meticolosi studi per la composizione dei prodotti con il contributo di nutrizionisti, veterinari ed allevatori, dopo un’accurata selezione dei fornitori di materie prime che dovevano essere rigorosamente italiani e dopo la messa a punto dei processi produttivi e di immagazzinamento, Eurocereali Pesenti quell’anno ha lanciato Aldog, un marchio che ha davvero bruciato le tappe e ha varcato i confini: ora conta distributori e negozi in Grecia, Slovenia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Francia, Olanda, Belgio e Cipro. Tutto è cominciato con il nostro Davide Pezzoni si è occupato di impiantare in via preliminare una rete vendita inizialmente diffusa in prevalenza al Sud presso allevatori di cani di razza e amatoriali. Poi Aldog è entrata, sotto il coordinamento di Chiara Cabrini, Project Manager dell’area marketing di ONE4, con decisione nel mercato consumer e nel canale e-commerce, che sta registrando trend di crescita vertiginosi (+300% in un anno).

Una delle ragioni del successo di Aldog, che sentiamo un po’ anche nostro, è costituito dal packaging che già al colpo d’occhio lo distingue dalla concorrenza, valorizzando la qualità del contenuto: i prodotti sono confezionati in box, con all’interno delle funzionali monodosi pronte all’uso.

Attualmente l’azienda è presente sul mercato degli alimenti per cani con tre linee breeder, cioè specifiche per allevatori (Freedog®, 111® e Basic), e due linee consumer (Aldog® e 111°), cui si è aggiunta la recentissima linea per gatti Alcat®. La rete commerciale è composta da due area manager, quindici agenti monomandatari distribuiti su tutto il territorio nazionale ed un export manager.

Articolo uscito sulla decima edizione di Back Up, la summer edition 2019.

Vuoi che la tua azienda diventi una case history come Pesenti? contattaci:








Post Correlati